Tel. +39 06 8607692 +39 06 86388 265/267 info@neverlandviaggi.it

Capodanno a New York

New York è in una posizione di primo piano nel settore dello spettacolo statunitense: molti film, serie televisive, libri e altri media nascono qui. Oggi, New York City è il secondo più grande centro per l’industria cinematograficanegli Stati Uniti,[55] e per volume, New York è il leader mondiale nella produzione cinematografica indipendente. La città conta più di 2.000 organizzazioni artistiche e culturali e oltre 500 gallerie d’arte di tutte le dimensioni. I fondi stanziati dall’amministrazione della città per le arti sono superiori rispetto al National Endowment for the Arts.I ricchi industriali del XIX secolo hanno istituito una rete di importanti istituzioni culturali, come la Carnegie Hall e il Metropolitan Museum of Art. L’avvento della luce elettrica ha portato a realizzare produzioni teatrali e nei teatri di New York City, a Broadway e lungo la 42° strada, è iniziata un nuovo tipo di intrattenimento che divenne noto come il musical di Broadway. Fortemente influenzata dagli immigrati della città, produzioni come quelle di Edward Harrigan e George M. Cohan e altri hanno usato la musica per narrare i temi della speranza e ambizione. Tra i musical più di successo di tutti i tempi rappresentati a New York: Il Fantasma dell’Opera, Les Miserables, Cats e West Side Story. La città, ha 39 grandi teatri (con più di 500 posti ciascuno) e sono conosciuti collettivamente come “Broadway”. Il Lincoln Center for the Performing Arts ospita 12 importanti organizzazioni artistiche, tra cui il “Jazz at Lincoln Center”, il “Metropolitan Opera”, la “New York City Opera”, la “New York Philharmonic”, il “New York City Ballet”, il “Vivian Beaumont Theatre”, la “Juilliard School” e l’”Alice Tully Hall”. È il più grande centro delle arti dello spettacolo negli Stati Uniti. Central Park ospita spettacoli estivi di prosa e musica gratuiti.

Media

Il Rockfeller Center, sede della NBC. New York è un importante centro per la televisione, la pubblicità, l’editoria musicale, per il giornalismo per l’editoria, inoltre è il grande mercato dei media in Nord America (seguita da Los Angeles, Chicago e Toronto). Alcuni dei mezzi di comunicazione della città includono la Time Warner, la Thomson Reuters Corporation, l’Associated Press, la News Corporation, la The New York Times Company, l’NBCUniversal, la Hearst Corporation e laViacom. Sette delle otto maggiori reti pubblicitarie mondiali hanno la loro sede in città. Due dei “Big Four” delle case discografiche sono localizzate a New York City: la Sony Music Entertainment e la Warner Music Group. L’Universal Music Group e la EMI hanno anche uffici importanti a New York. Un terzo di tutti i film indipendenti americani vengono prodotti qui. Più di 200 quotidiani e 350 riviste hanno un proprio ufficio in città[61] e il settore dà lavoro a circa 25.000 persone. Due dei tre quotidiani a diffusione nazionale negli Stati Uniti sono di New York: il Wall Street Journal e il New York Times, che ha vinto il maggior numero di premi Pulitzer per il giornalismo. I principali giornali scandalistici della città sono: il New York Daily News, fondato nel 1919 da Joseph Medill Patterson e il The New York Post, fondato nel 1801 da Alexander Hamilton. La città ha anche una stampa etnica completa, con 270 giornali e riviste pubblicate in più di 40 lingue. El Diario La Prensa è il più grande quotidiano di New York in lingua spagnola e il più antico della nazione. Il New York Amsterdam News, pubblicato ad Harlem, è un importante giornale afro-americano. Il Village Voice è il più grande giornale alternativo. Anche l’industria televisiva si è sviluppata a New York fornendo un’importante ruolo nell’economia cittadina. Quattro importati reti televisive hanno sede in città: ABC, CBS, Fox e NBC. Molti canali via cavo hanno qui sede come MTV, Fox News, HBO e Comedy Central. Nel 2005, ci sono stati più di 100 spettacoli televisivi registrati a New York City. La città di New York, gestisce un servizio pubblico di trasmissione, NYCTV, che ha prodotto diversi spettacoli vincitori di un Grammy Award, che coprono la musica e la cultura dei quartieri della città e notizie sulla amministrazione locale. New York è anche un importante centro per i media non commerciali. Il più antico accesso pubblico canale televisivo negli Stati Uniti è Manhattan Neighborhood Network, fondato nel 1971. WNET è la stazione principale della città televisione pubblica e una fonte primaria per il National Public Broadcasting Service (PBS). WNYC è una stazione radio pubblica, fino al 1997 di proprietà comunale, possiede il più vasto pubblico radiofonico negli Stati Uniti.